IT / FR / PL

Rappresentanza Fiscale

Ci occupiamo dell’apertura e della gestione di posizioni fiscali per le aziende italiane impegnate nella vendita di beni e/o servizi in Europa o all’estero.

La cessione di beni e/o servizi ad aziende o privati consumatori residenti in un luogo diverso dalla sede in cui risiede la stabile organizzazione del venditore prevede l’apertura di una posizione fiscale nel territorio estero d’interesse.
Pertanto, è necessario registrare la propria attività presso l’Autorità fiscale locale e procedere all’identificazione diretta o alla nomina di un rappresentante fiscale.

Procedi al versamento dell’Iva dovuta ed evita le sanzioni previste per i trasgressori.

Rappresentante fiscale o identificazione diretta?

I soggetti passivi che compiono operazioni rilevanti ai fini Iva in territori diversi da cui è posta la sede legale dell’azienda devono procedere alla registrazione della propria attività presso il fisco locale. Per farlo possono nominare un rappresentante fiscale o procedere all’identificazione diretta.

Quando nominare un rappresentante fiscale?

Il rappresentante fiscale è un soggetto terzo che agisce in qualità di mandatario fiscale per una o più aziende nominatrici.
Rientrano tra i suoi compiti: la liquidazione dell’Iva, la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi, la registrazione delle fatture attive e passive.
Controlli da parte dell’autorità fiscale locale? Nessun problema, anche questo rientra tra i suoi compiti.

Gestione centralizzata delle posizioni fiscali

Supportiamo le aziende nella gestione centralizzata di tutte le posizioni fiscali aperte in UE. I nostri clienti vengono assistiti da un team di professionisti madrelingua ricevendo: consulenza personalizzata e aggiornamenti costanti circa le norme Iva locali.

Identificazione diretta: seguiamo ogni aspetto della tua posizione IVA

Un meccanismo introdotto in Italia con il D. Lgs. 191/2002 in recepimento delle Direttive Europee 2000/65/CE e 2006/112/CE.
L’identificazione diretta è prevista in alternativa alla costituzione di una stabile organizzazione e della nomina di un rappresentante fiscale.

In caso di inadempimenti il soggetto passivo identificato risponde in qualità di unico responsabile.

Vuoi sapere quale tra i due servizi si addice di più al tuo business?
Scoprilo con Tecno Vat

Ci occupiamo di:

  • Registrazione fiscale
  • Consulenza relativa alle normative IVA locali
  • Presentazione liquidazioni IVA
  • Gestione pagamenti alle autorità IVA estere
  • Richieste di rimborso IVA

Identificazione diretta Consorzi Autotrasportatori

Forniamo il nostro supporto ai consorzi di autotrasportatori interessati all’apertura di posizioni iva al fine di rispettare gli adempimenti richiesti in materia di Telepedaggio.
La norma – in costante evoluzione – prevede il pagamento di una somma diversa in ogni paese membro.

Dimentica le lungaggini burocratiche. Lascia fare a noi.

  • Consulenza customizzata
  • Registrazione fiscale presso le autorità locali
  • Gestione partita Iva
  • Rimborsi Iva
  • Aggiornamento normativo costante
TECNO-IMG-RANDOM-BUSINESSMEN

Abbatti i costi ed eviti noiosi iter burocratici

Il nostro servizio di consulenza ti permette di ridurre i costi legati alle procedure di apertura e registrazione della tua posizione IVA all’estero. Ci occupiamo, inoltre, della gestione integrale degli iter burocratici necessari all’identificazione diretta della tua azienda.

Gestiamo posizioni fiscali per E-commerce

Ti proponiamo il nostro partenariato per la gestione degli adempimenti fiscali previsti per le vendite on-line all’estero.

Le aziende che intendono vendere i propri prodotti online in Europa – con o senza ausilio di un marketplace – e che registrano un fatturato annuo superiore alle soglie nazionali fissate devono versare l’Iva dovuta all’Autorità fiscale del paese in cui il bene viene consegnato.

In questi casi diviene necessaria, quindi, l’apertura di una posizione Iva e la nomina di un rappresentante fiscale in loco.

Vendi tramite marketplace?

Francia e Germania sono solo alcune delle nazioni che hanno scelto di allinearsi alle disposizioni europee contro l’evasione fiscale del commercio online. Ecco perché oggi i marketplace come Amazon e Ebay impongono ai loro venditori la produzione di alcuni documenti – certificati fiscali – senza i quali si rischia la sospensione dell’account.

Hai un account di vendita .de o .fr? Ti aiutiamo ad ottenere il certificato fiscale tedesco e la documentazione richiesta dalla Legge Antifrode francese.

Cessioni intracomunitarie ed extra-UE: rendiamo grande il tuo business oltre confine

Supportiamo le imprese italiane impegnate nelle cessioni intracomunitarie e nelle attività di vendita di beni e/o servizi verso paesi terzi nel rispetto della normativa fiscale europea e locale. Evita di incorrere in pesanti sanzioni e fortifica il tuo business.

In Svizzera con il rappresentante fiscale

Dal 1° gennaio 2018 le imprese italiane che hanno rapporti commerciali con la Svizzera e che registrano un fatturato globale annuo superiore a 100.000 franchi svizzeri devono versare l’Iva all’Autorità fiscale elvetica.
Le aziende interessate devono dunque prestare molta attenzione al fatturato registrato, in quanto bisogna considerare sia quello maturato a seguito di operazioni nel territorio svizzero che quello prodotto altrove.

Affidati a noi per procedere all’identificazione fiscale della tua attività presso l’Ufficio tributario svizzero.

In Polonia con la partita Iva locale

La Polonia sceglie di allineare le disposizioni fiscali locali alle norme europee in materia di Iva. Ecco perché oggi le imprese estere che compiono operazioni commerciali B2B in Polonia dall’importo superiore a 15.000 PLN devono adottare lo split payment e – dal 1° gennaio 2020 – aprire un nuovo conto bancario dedicato al recepimento della liquidazione Iva.

Ti guidiamo nella regolarizzazione della tua posizione fiscale in Polonia con professionisti madrelingua in loco.

In Australia con la GST

GST sta per Good and Service Tax, l’imposta che bisogna versare obbligatoriamente al superamento della soglia di fatturato annuo pari a 75.000 AUD. L’obbligo riguarda anche le imprese estere che hanno rapporti commerciali con società o privati consumatori australiani.

I soggetti interessati dalla GST devono acquisire un ABN – Australian Business Number – e nominare un rappresentante fiscale.
Con l’aiuto del nostro staff varchi i confini australiani e porti il tuo business anche oltreoceano.

Competenza, efficienza e affidabilità!
Compila il form








    Scroll Up